Ciliegie di Vignola o le Morette

Ciliegie di Vignola, una golosità a cui pochi rinunciano durante la stagione propizia.

Oggi per la rubrica Sapori d’Italia siamo arrivati a Vignola, nella Provincia di Modena, una graziosa cittadina famosa per le sue fantastiche ciliegie e non solo. Deliziandoci di questo frutto straordinario, abbiamo scoperto anche una Rocca Medioevale che vale la pena visitare. Le ciliegie di Vignola dette anche “Morette” pare abbiano origini antichissime.

La loro diffusione risale all’ottocento, mentre il successo commerciale parte dai primi del novecento. A quel tempo nella zona, nasce una vera e propria industria, dove la produzione di questi splendidi frutti diventa il fiore all’occhiello trainante, di un economia in crescita esponenziale.

ciliegie di vignola

L’albero di ciliegio arriva fino a 15 metri di altezza, prima di far crescere i tanto attesi frutti, ci vogliono almeno 6 anni dall’ impianto. Dopo tanto aspettare, l’albero comincerà a regalare una produzione di ciliege abbondante ad ogni stagione con risultati sorprendenti per qualità e quantità.

La fioritura dei ciliegi solitamente avviene a partire dai primi giorni di aprile, ed è uno spettacolo della natura. La fioritura dei ciliegi, a Vignola viene festeggiata tutti gli anni con carri allegorici e manifestazioni folcloristiche organizzate in loco.

Con le ciliegie di Vignola si possono creare delizie culinarie di ogni genere, dalle marmellate alle crostate, sciroppi deliziosi, dolci particolari, ma nel caso delle ciliegie di Vignola, mangiarle in purezza è qualcosa di impagabile e come dire. Una tira l’altra.

Se passate da Vignola, dopo aver fatto una scorpacciata di ciliegie non perdetevi la Rocca.

Uno spettacolo architettonico di fortezza medioevale risalente probabilmente al tempo dei Carolingi, evidentemente costruita per difendersi dai Barbari.

Come spesso è accaduto nella storia anche questa fortezza è passata di mano in mano a famiglie potenti o feudatari egemoni che dominarono la zona di Vignola fin dall’anno 936.

Negli ultimi decenni la Rocca di Vignola è stata ristrutturata e portata agli antichi splendori, da non perdere gli interni dell’edificio affrescati, recuperati e restaurati meravigliosamente.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.