Stoccafisso in umido

Stoccafisso in umido. Lo stoccafisso, (il suo vero nome è merluzzo artico norvegese) non va confuso con il baccalà il quale, oltre a essere conservato mediante salatura ha un sapore completamente diverso pur essendo lo stesso pesce.

Lo stoccafisso invece, rispetto al baccalà, viene fatto essiccare per tre mesi all’aperto a temperature rigide e venti secchi artici tipici delle zone in cui viene pescato, e per altri tre mesi al chiuso, in un ambiente secco e ventilato.

Il pesce più pregiato arriva dalle isole Lofoten (Norvegia). Pur perdendo durante l’essicazione il 70% della sua consistenza questo pesce è ricco di proteine, vitamine, Sali di ferro e calcio, basti pensare che un chilo di stoccafisso, equivale a 5 chili di pesce fresco.

Per preparare lo stoccafisso alla cottura è necessario tenerlo a bagno in acqua fredda 4/5 giorni cambiando l’acqua ogni ventiquattro ore, alla fine di questo procedimento avrà aumentato il suo peso di 3/4 volte.

Come avevamo già detto quando vi abbiamo proposto lo stoccafisso ai funghi, in Portogallo preparano questa prelibatezza in 365 modi diversi e noi in Liguria, potremmo non essere da meno.

Una pietanza versatile dal sapore deciso e unico. Oggi vi presentiamo un’altra versione di come prepararlo, quella classica Ligure.

Stoccafisso in umido

Ingredienti:

800 gr. di stoccafisso già ammollato

1 cipolla di piccola

1 spicchio di aglio

prezzemolo

1 scatola di pelati

2 filetti di acciughe

30 gr. di pinoli

4 patate di media grandezza

100 gr. di olive verdi

olio d’oliva

sale

Preparazione:

Facciamo lessare lo stoccafisso quel tanto che basta per togliere la pelle e diliscarlo (circa 10/15 minuti).

Mettiamo in una casseruola l’olio d’oliva, un trito di cipolla prezzemolo e aglio, le patate a tocchetti, le olive, le acciughe, i pelati schiacciati con una forchetta, i pinoli e infine aggiungiamo lo stoccafisso che abbiamo preparato. Saliamo e uniamo 2 mestoli d’acqua, tutto rigorosamente a freddo.

Mettiamo sul fuoco e lasciamo cuocere mescolando di tanto in tanto per circa 1 ora.

Quando l’acqua si sarà asciugata e le patate saranno morbide, lo stoccafisso è pronto per essere servito.

Possiamo accompagnarlo con polenta di mais o di semolino o semplicemente con il pane.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.