Bon bon di carciofi

Bonbon di carciofi, li abbiamo chiamati così, o forse Finger Food, potrebbe essere il termine giusto per questa idea su come re inventarsi i carciofi. Con Finger Food si intende tutto il cibo che si mangia con le mani e come sempre noi italiani abbiamo adottato subito il termine straniero ripetendolo all’infinito. Per noi sono più semplicemente bonbon di carciofi, e il mezzo per farli arrivare ad incontrare il vostro palato sceglietelo voi, mani, forchetta, spiedino, quello che volete, l’importante è che proviate a farli per assaggiarli.

A noi sono piaciuti moltissimo, possono diventare anche una sorta di antipasto o utilizzabili per in aperitivo.

Ingredienti:

2 carciofi

1 spicchio d’aglio

prezzemolo

olio d’oliva

25 gr. di burro

1 cucchiaio e ½ di farina

200 ml. i latte

1 uovo

70 gr. i parmigiano grattugiato

pangrattato q.b.

sale

Preparazione:

L’esecuzione per preparare i bon bon di carciofi è relativamente facile se almeno avete raggiunto il livello base in cucina. Vi servirà come allenamento nel utilizzare e abbinare i vari elementi, oltre a preparare la besciamella che vi tornerà utile in futuro per altre ricette.

Se invece siete già pratici in cucina, la ricetta per voi sarà semplice.

Veniamo al procedimento.

Puliamo i carciofi, li tagliamo a fettine e li mettiamo in una padella con olio d’oliva insieme a un trito di prezzemolo e aglio. Rosoliamo, saliamo e uniamo un po’ d’acqua per farli cuocere.

Nel mentre prepariamo una besciamella; facciamo sciogliere burro e farina, aggiungiamo il latte e il sale, mescolando bene perché non faccia grumi, portiamo a bollore sino a che si addensa, (deve risultare piuttosto soda rispetto alla normale besciamella).

Quando i carciofi saranno pronti, li andremo a unire alla besciamella, aggiungendo l’uovo, il parmigiano e pangrattato a sufficienza da poter formare delle polpettine con le mani.

Formati i bonbon, li friggiamo in olio d’oliva voltandoli da ambedue le parti, sino alla doratura, poi scoliamo su carta assorbente. Serviamo caldi, tiepidi o anche freddi, fantastici per un aperitivo ma ottimi anche per antipasto.