Weekend a Salisburgo

Weekend a Salisburgo. Nel nostro speciale weekend di oggi siamo a parlarvi di Salisburgo.

Una città incantevole situata in posizione geografica strategica al centro dell’Austria e non lontano dal confine con la Baviera.

Città ricca d’arte e di storia Salisburgo è attraversata dal fiume Salzach che la divide in due, ed è protetta da due maestose colline, il Kapunzineberg a destra del fiume e il Monchsberg sulla parte sinistra del fiume. Il centro storico è grazioso, raccolto in un nucleo di palazzi risalenti al cinquecento e al seicento è stato conservato magnificamente.

E’ meraviglioso perdersi nelle viuzze del centro tra negozi e caffè, dove sorseggiare una fantastica cioccolata calda, magari con un ciuffo di panna e una fetta di torta a più strati o una crostata ai frutti di bosco. Le vecchie insegne dei negozi sono esposte allineate e regalano al visitatore uno spettacolo gradevole. Ristorantini situati in locali storici sapranno soddisfare le vostre curiosità gastronomiche.

Tra le cose da assaggiare certamente la zuppa di maiale, chiamata Klachelsuppe, o lo stufato di manzo alla birra, chiamato Bierfleisch sono alcune specialità che vi verranno proposte e che a noi non sono dispiaciute. Tra i dolci lo strudel servito tiepido oppure la Kaiserschmarrn, una crepe servita con zucchero a velo e succo di mela. La bevanda principale è la birra, ma in alcuni ristoranti anche se a prezzi non certo modici, si possono trovare ottimi vini ovviamente italiani e francesi.

La posizione strategica di Salisburgo al centro delle maggiori vie di comunicazione d’Europa le ha sempre regalato vantaggi e ricchezza grazie al via vai di mercanti nei tempi antichi, e turisti ai giorni nostri. Ricca di tradizione musicale, ed essendo la patria di Mozart, la città ogni anno rinnova la sua grande passione per la musica con dei famosi festival internazionali che ospitano i maggiori artisti del mondo.

La casa natale di Mozart è tra le attrazioni visitabili a Salisburgo, e il famoso concittadino viene anche ricordato tramite dei golosi cioccolatini ripieni chiamati Mozart Kugel, (in italiano palla di Mozart) con sopra l’effige del grande musicista.

Pare che anche da queste parti arrivarono i romani prima e i celti poi, istallando i primi insediamenti.

Ma la vera città denominata Salzburg città del sale, fu fondata nel ‘696 per raggiungere lo splendore massimo nel 1200. L’appellativo città del sale, pare derivi appunto per il passaggio obbligato dei mercanti di sale che al tempo dovevano andare dal sud al nord dell’Europa.

Tra il secolo XVII e il secolo XVIII, la città raggiunse l’aspetto attuale divenendo una sorta di principato indipendente.

Trascorrendo un ideale fine settimana dal venerdì alla domenica, di cose da vedere nella bella città austriaca ve ne sono parecchie.

Una cosa da non perdere assolutamente prima di lasciare Salisburgo è una visita alla Hohensalzburg, la fortezza visibile da ogni parte della città, bianca e fieramente posta sulla collina di Monchsberg, quella sulla parte sinistra del fiume, risulta essere una delle più grandi costruzioni militari che il medioevo abbia mai prodotto nell’Europa centrale. Costruita nel 1077 raggiunse il suo aspetto attuale nel XII secolo. La fortezza è raggiungibile con una funicolare oppure a piedi per i più allenati, ed è visitabile al suo interno, mentre dall’alto del mastio o dai bastioni si può godere di un suggestivo panorama su tutta la città.

Un weekend a Salisburgo passa velocemente.