Pizza alla piastra

Pizza alla piastra. Facile e veloce da preparare potrebbe divenire se tagliata a spicchi, un finger food oppure uno spuntino goloso. Vi suggeriamo di provare questa sfiziosità dal sapore mediterraneo.

Potrebbe sembrare a prima vista una piadina, ma invece è un’altra cosa, qualcosa di simile l’avevamo provato nei dintorni di Siena con sopra il prosciutto di Cinta Senese, noi abbiamo rielaborato e rimescolato gli ingredienti rendendo la pizza alla piastra più “mediterranea”.

Ingredienti:

Per la pasta:

250 gr. di farina 00

250 gr. di farina manitoba

25 gr. di lievito di birra

250 ml. di acqua

sale

olio d’oliva

Per il condimento:

10 pomodori datterini

100 gr. di fontina

origano

sale

olio d’oliva

Preparazione:

Come dicevamo la ricetta della pizza alla piastra è facile e relativamente veloce. Certamente si deve saper impastare la pizza, altrimenti potrebbe essere la volta buona per cominciare.

Ma veniamo al procedimento.

Mettiamo sul tavolo la farina 00, aggiungiamo il sale e sopra la farina manitoba.

Formiamo la classica fontana, sciogliamo il lievito nell’acqua tiepida e incominciamo a impastare, quando l’impasto risulterà omogeneo formiamo una palla che andremo fa far riposare coperta in modo che possa lievitare per circa 1 ora.

Quando l’impasto sarà raddoppiato cominciamo a dividerlo in diverse palline che andremo a tirare formando delle “sfogliette” con il mattarello.

Le sfogliette che ricaverete devono essere abbastanza sottili.

Nel frattempo scaldiamo la piastra o una padella da crepes nel caso in cui non avete una piastra a disposizione.

Ungiamo leggermente d’olio andiamo a mettere la sfoglia e la cuociamo qualche minuto voltandola da ambedue le parti fino a che non si “bruciacchi” leggermente.

Il grado di cottura dovete vederlo voi sul momento.

Infine la mettiamo direttamente sul piatto e cominciamo con il condimento.

Mettiamo sopra i pomodorini a fettine, la fontina a dadini e cospargiamo di origano aggiungendo un pizzico di sale.

Ecco pronta la pizza alla piastra che serviremo subito.

Quante farne dipenderà da voi.

Provatele, sono ottime, gustose e belle croccanti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.